Tutto sul recupero crediti: Ultimate Guide 2024

Se volete sapere in cosa consiste il cattivo recupero crediti, questo termine sta diventando sempre più comune continuate a leggere per saperne di più su importanza, cause, conseguenze, gestione e valutazione.

La gestione dei crediti è senza dubbio una parte molto importante di qualsiasi istituzione finanziaria, azienda o società. Ci sono momenti in cui recuperare un credito non è un compito facile, o addirittura non è possibile; quando questo accade, cioè quando un credito non può essere recuperato e la sua gestione diventa impossibile, si parla di crediti inesigibili, noti anche come recupero crediti. Vi spieghiamo cos’è e perché questo processo è diventato essenziale affinché un’entità funzioni correttamente e senza problemi economici.

 

Che cos’è il recupero crediti?

Per recupero crediti si intende il processo generale di recupero di pagamenti in ritardo o di debiti o fatture non pagate. Può trattarsi di qualsiasi tipo di debito, che si tratti di un prestito personale, di una carta di credito, di una fattura non pagata, ecc. L’obiettivo principale del recupero crediti è contattare il debitore, ricordargli l’obbligo di pagare e negoziare un accordo per recuperare il denaro dovuto.

In genere, questi debiti sorgono quando il debitore non è in grado (o semplicemente non vuole) pagare i suoi obblighi finanziari, anche se il creditore ha fatto ogni sforzo per recuperarli.

In realtà, il processo di recupero o di riscossione non è di solito semplice; al contrario, può essere una vera e propria sfida, poiché ha a che fare direttamente con debitori che si trovano in situazioni economiche complesse e quindi non pagano, o che non vogliono pagare o non sono interessati a farlo.

Tenete presente che le probabilità di successo del rimborso sono scarse, ma anche in questo caso il recupero crediti è uno strumento da utilizzare per cercare di recuperare il denaro e preservare così la stabilità.

Cause del recupero crediti

I motivi più comuni per cui un credito può risultare inesigibile sono:

  • Insolvenza del debitore: Non ha i soldi per pagare, la sua economia è cambiata.
  • Chiusura o fallimento dell’azienda: Quando si verificano cambiamenti estremi che l’organizzazione non poteva controllare, come frodi o fallimenti.
  • Fattori esterni come disastri naturali o crisi sanitarie o economiche.

 

Conseguenze

Il mancato pagamento di un debito insoluto può avere conseguenze diverse: se si tratta di un’azienda, la perdita di denaro influisce sul flusso di cassa e sulla capacità di crescere e investire, ma se si tratta di un istituto finanziario, come una banca, influisce direttamente sulla sua solvibilità e redditività.

Inoltre, altre conseguenze possono essere

  • Limitazione nella concessione di nuovi prestiti: Se un istituto finanziario ha un elevato tasso di insolvenza, è possibile che diventi più complicato, rigoroso ed esigente nell’approvare un prestito.
  • Impatto sulla solvibilità: Incide non solo sulla sua solvibilità, ma anche sulla reputazione dell’ente, perché mette a rischio la sua stabilità, intaccando la fiducia degli altri clienti.
  • Perdita di reddito: Non è un segreto che una delle conseguenze più latenti è che l’azienda o l’entità perde le entrate su cui contava e questo può causare uno squilibrio o uno scompenso nelle sue operazioni e nei suoi servizi.

Per tutti questi motivi, è fondamentale che ogni debito venga gestito e che si faccia il possibile per non perderlo, ma per raggiungere un accordo e pagarlo nel modo più tempestivo possibile.

Valutazione e gestione dei crediti inesigibili

La valutazione del debito è molto importante per sapere quali misure adottare al riguardo. Sia le aziende che gli istituti finanziari tengono un registro di analisi dei crediti, che ne specifica il valore, la possibilità di recupero, il processo decisionale e anche la gestione della riscossione e le eventuali proposte di negoziazione. Di seguito sono riportati alcuni passaggi per la valutazione dei crediti inesigibili:

  1. Identificare i crediti inesigibili
  2. Valutare se possono essere recuperati o meno, studiando le garanzie di pagamento e i fattori che hanno portato all’inadempienza.
  3. Strategie di recupero: Esaminare il modo in cui si otterranno questi pagamenti, se con la riscossione interna, cioè con la riscossione da parte dell’entità, se con la riscossione esterna, cioè con la riscossione da parte di terzi o con qualche accordo di pagamento, con nuovi termini per questo.
  4. Infine, il follow-up e il monitoraggio del debito, se sono state effettuate chiamate di riscossione, conoscendo la situazione finanziaria del debitore, osservando l’avanzamento o meno dei pagamenti. Tutto questo processo aiuta a minimizzare le perdite e a proteggere il buon funzionamento dell’entità.

Articolo correlato:Bolletta vs Fattura

Come funziona il recupero crediti?

Ilrecupero dei crediti inesigibili si concentra sul recupero dei crediti considerati “cattivi” o inesigibili. Si tratta di crediti per i quali il debitore ha dimostrato di non avere la capacità o l’intenzione di pagare, rendendo improbabile o impossibile il recupero. In questo caso, l’approccio al recupero dei crediti inesigibili può essere più aggressivo e può comportare l’uso di strategie più intensive, come il ricorso ad agenzie di recupero specializzate o la vendita del credito a terzi a un prezzo inferiore.

Si noti che questo tipo di debito richiede l’assunzione di agenzie di recupero crediti specializzatecioè richiedono che una terza parte si occupi dell’intera riscossione e delle sue fasi (compresi i termini legali). Naturalmente, queste agenzie hanno dei regolamenti che devono essere rispettati per legge, al fine di proteggere la privacy del consumatore.

È possibile consultare Oddcoll, un’agenzia di recupero crediti internazionale che opera in tutto il mondo anche in determinati Paesi. Potete consultare le sue pagine specifiche: Agenzia di recupero crediti Filippine, Agenzia di recupero crediti Malesia o Agenzia di recupero crediti USA.

Qual è la differenza tra recupero crediti e recupero crediti inesigibili?

La differenza tra “recupero crediti” e “recupero crediti” risiede nel tipo di credito che viene riscosso e nell’approccio utilizzato per recuperarlo. Il recupero crediti si riferisce all’attività di recupero dei crediti scaduti, mentre il recupero crediti inesigibili è l’attività di recupero dei crediti inesigibili o dei crediti considerati persi.

Articolo correlato: Cos’è il recupero crediti

3 esempi di crediti inesigibili

Per una migliore comprensione, vi forniamo questi esempi di recupero crediti inesigibili:

  • Prestito non pagato: Sia per mancanza di denaro che per fallimento personale o aziendale. Se un’azienda o una persona è considerata in bancarotta e, dopo aver prestato una notevole somma di denaro a un istituto finanziario, non paga perché non ha modo di rispondere, il debito è considerato inesigibile.
  • Bolletta del telefono cellulare non pagata: Se un utente di un servizio di telefonia cellulare, ad esempio, accumula questo tipo di bolletta, o perché non può pagare o perché non vuole farlo, il debito è inesigibile ed è allora che interviene una società di recupero crediti.
  • Carta di credito: Se il titolare di una carta di credito non paga la sua carta per qualsiasi motivo, il debito diventa inesigibile. L’istituto finanziario può optare per la riscossione tramite terzi.

 

Conclusione

Il recupero crediti comporta il tentativo di recuperare un credito con tutti i meccanismi legali a disposizione, anche se le probabilità di pagamento sono basse. Ciò può includere l’assunzione di un’agenzia di recupero crediti specializzata o persino la negoziazione di accordi di pagamento, anche a un valore inferiore, al fine di recuperare il denaro.

 

4 minuti di lettura.

Quali sono le normative applicabili.
Il processo di recupero crediti internazionale.
Come ottenere un recupero crediti efficace.

Oddcoll è una piattaforma di recupero crediti in tutto il mondo, che consente alle aziende con orientamento internazionale di recuperare facilmente le fatture scadute.

Paesi coperti

Copriamo tutta l’Europa

Asia centrale

Recupero crediti Armenia
Recupero crediti Azerbaijan
Recupero crediti Georgia
Recupero crediti Kazakistan

Recupero crediti Kirghizistan
Recupero crediti Mongolia
Recupero crediti Tagikistan
Recupero crediti Uzbekistan

Oceania

Tutti i Paesi in Africa

Si applica a tutti i nostri partner

Autorizzazione legale a recuperare i crediti nei loro paesi

Specialisti della riscossione B2B

Comunicano in inglese

Esperti nella legislazione nazionale in materia di recupero crediti

RELATED ARTICLE  Dalla registrazione al rapporto: Cos'è, esempi e formula semplice
WordPress Image Lightbox Plugin