I risconti attivi appaiono nella sezione dello stato patrimoniale

Le aziende spesso effettuano pagamenti anticipati per beni e servizi che saranno utilizzati in futuro. Questi pagamenti sono noti come risconti attivi e costituiscono una parte importante della contabilità aziendale. Nell’articolo che vi proponiamo in questa occasione, vogliamo parlarvi di cosa sono i risconti attivi, di come vengono registrati nel bilancio e del perché sono importanti per la salute finanziaria di un’azienda. Prendete carta e penna, perché vorrete annotare tutto.

Cosa sono i risconti attivi?

i “risconti attivi” sono un concetto contabile e finanziario che si riferisce agli esborsi di denaro che un’azienda effettua per beni o servizi che non ha ancora utilizzato, ma che prevede di utilizzare in futuro. Queste spese sono registrate come attività nel bilancio dell’azienda, poiché rappresentano benefici economici futuri.

In altre parole, quando un’azienda paga per qualcosa che riceverà o utilizzerà in un periodo successivo, questo viene considerato un risconto attivo. Si tratta, ad esempio, del pagamento anticipato di un affitto, di un’assicurazione, di servizi di consulenza o di forniture che verranno utilizzate nei mesi successivi.

Dove appaiono i risconti attivi nel bilancio?

I risconti attivi, in un bilancio finanziario, appaiono nell’attivo. In particolare, si trovano nella sezione dell’attivo corrente, dove sono registrate le risorse e i benefici economici che si prevede di utilizzare o convertire in denaro in un periodo relativamente breve, di solito entro un anno. Sono presentati come attività correnti perché rappresentano un valore economico che l’azienda non ha ancora consumato, ma di cui si conosce l’utilizzo. Man mano che vengono utilizzati o ammortizzati nel tempo, vengono gradualmente trasferiti nel conto economico come costi effettivi e non appaiono più come attività.

Ad esempio, se un’azienda paga l’affitto dell’ufficio in anticipo per diversi mesi, l’importo pagato viene registrato come attività nel bilancio finanziario. Nel corso del tempo, man mano che una parte di tale spesa anticipata viene consumata ogni mese, viene spostata nel conto economico come spesa mensile per l’affitto.

Vantaggi e svantaggi delle spese prepagate

Questo tipo di pratiche è molto comune nelle grandi aziende o società, chiaramente perché offre una serie di importanti vantaggi. Ma, è bene chiarirlo, offre anche alcuni svantaggi che sono altrettanto fondamentali da comprendere. Di seguito li discutiamo:

Vantaggi

Migliore gestione del flusso di cassa

Pagando alcune spese in anticipo, un’azienda può pianificare e gestire meglio il proprio flusso di cassa.

Sconti per pagamenti anticipati

In alcuni casi, i fornitori offrono sconti alle aziende che pagano in anticipo, con conseguenti significativi risparmi a lungo termine.

Evitare le interruzioni

Pagando in anticipo i servizi o le forniture, si evitano interruzioni dell’attività dovute a ritardi nei pagamenti.

Semplificano la contabilità

Semplificano la contabilità distribuendo il costo di una spesa nel tempo invece di registrare un importo elevato in un unico periodo.

Svantaggi

Impatto sulla liquidità a breve termine

I pagamenti anticipati riducono la liquidità a breve termine di un’azienda, poiché le risorse vengono destinate a obblighi futuri invece di essere disponibili per eventuali necessità immediate.

Rischio di perdita di profitti

Se un’azienda paga in anticipo per beni o servizi che alla fine non utilizza (ad esempio, annulla un contratto), rischia di perdere parte o tutto l’investimento.

Difficoltà a cambiare fornitore

Impegnandosi con un fornitore pagando in anticipo, un’azienda incontra difficoltà se decide di cambiare fornitore o di rinegoziare le condizioni.

Complessità nella tracciabilità

La corretta gestione dei risconti attivi richiede un’attenta tracciabilità e una contabilità accurata per garantire che vengano registrati e utilizzati al momento opportuno.

I risconti attivi sono un’attività?

Sì, un risconto attivo è considerato un’attività contabile. Questo può sembrare un po’ confuso a prima vista, dal momento che normalmente si pensa alle attività come a beni fisici o investimenti finanziari, ma in contabilità le attività non sono solo cose tangibili, ma anche diritti e risorse economiche che l’azienda possiede e che si prevede possano generare benefici futuri.

Questo è il motivo principale per cui un risconto attivo viene classificato come attività, ovvero rappresenta una risorsa economica di cui l’azienda beneficerà in futuro. Ad esempio, se un’azienda paga in anticipo l’affitto per diversi mesi, continuerà a utilizzare quegli spazi durante quel periodo. Il beneficio economico (l’uso dello spazio) si estende nel tempo ed è quindi considerato un’attività.

Tipi di risconti attivi

I risconti attivi coprono diverse categorie nella contabilità aziendale. Di seguito ne illustriamo alcune delle tipologie più comuni:

Affitti pagati in anticipo

Lo nominiamo di nuovo, perché è uno dei più comuni. Si tratta del pagamento anticipato di affitti per uffici, locali commerciali o immobili, in cui un’azienda si assicura l’uso di uno spazio per un periodo specifico.

Assicurazione prepagata

I premi assicurativi vengono pagati in anticipo per coprire rischi quali l’assicurazione sanitaria, l’assicurazione sulla proprietà o l’assicurazione sulla responsabilità civile.

Forniture prepagate

Si tratta dell’acquisto anticipato di forniture che verranno utilizzate nel tempo, come carta per ufficio, prodotti per la pulizia o per la produzione.

Abbonamenti e iscrizioni

Abbonamenti a servizi quali software, riviste, servizi online o iscrizioni a organizzazioni professionali.

Pubblicità e marketing prepagati

Spese relative a campagne pubblicitarie e di marketing, come annunci su carta stampata o media digitali, spesso pagate in anticipo.

Interessi passivi prepagati

Significa che un’azienda paga in anticipo gli interessi su prestiti o linee di credito.

Spese di viaggio prepagate

Quando un’azienda prenota in anticipo viaggi di lavoro, i costi associati, come i biglietti aerei o le prenotazioni alberghiere, sono considerati costi prepagati.

Contratti di manutenzione e servizi prepagati

Sono compresi i contratti di manutenzione delle apparecchiature, i servizi informatici o i contratti di servizi professionali.

Licenze e royalties prepagate

Le aziende che dispongono di diritti di licenza o di royalty pagano in genere queste tariffe in anticipo per garantire l’uso continuo delle proprietà intellettuali.

Imposte differite

Si tratta di imposte pagate in anticipo per far fronte a futuri obblighi fiscali

Come registrare e contabilizzare i risconti attivi in contabilità? Passo dopo passo

La registrazione e la contabilizzazione dei risconti attivi in contabilità è un processo fondamentale per mantenere una rappresentazione accurata delle finanze di un’azienda. Se non sapete di cosa stiamo parlando o come farlo, ecco una guida passo passo per capire meglio:

Fase 1

Identificarli

Prima di registrare i risconti attivi, è fondamentale identificare quali spese soddisfano questa condizione. Queste spese possono includere affitti prepagati, assicurazioni, forniture, abbonamenti e altro. Ogni tipo di spesa avrà una propria categoria in contabilità.

Fase 2

Determinare l’importo e il periodo di utilizzo

È importante determinare quanto è stato pagato in anticipo e per quanto tempo si prevede di utilizzare il beneficio associato alla spesa. Ad esempio, se avete pagato un affitto annuale di 12.000 dollari, dovete calcolare a quanto corrisponde ogni mese (12.000 dollari / 12 mesi = 1.000 dollari al mese).

Fase 3

Registrare la transazione

Per registrare la transazione nel libro mastro e nel bilancio, procedere come segue:

Addebitare il conto Spese prepagate

È necessario addebitare un conto specifico denominato “Spese prepagate” (o un conto simile) per l’intero importo della spesa. Ad esempio, se avete pagato 12.000 dollari per un anno di affitto, dovrete addebitare il conto “Spese prepagate” per 12.000 dollari.

Accredito su cassa o conto bancario

Accreditare la cassa o il conto bancario per lo stesso importo per cui si è addebitato il conto spese prepagate. Questo riflette l’uscita di cassa della società. Pertanto, nell’esempio precedente, si accredita la cassa o il conto bancario di 12.000 dollari.

Fase 4

Distribuire le spese prepagate

Con l’avanzare del tempo e l’utilizzo del beneficio del risconto, è necessario adeguare le registrazioni contabili. Supponiamo che l’affitto mensile sia di 1.000 dollari. Ogni mese si dovrà procedere come segue:

Addebitare il conto spese

È necessario addebitare al conto spese appropriato (ad esempio, “Spese di affitto”) l’importo delle spese utilizzate nel mese in questione. In questo caso, si addebita a “Spese di noleggio” l’importo di 1.000 dollari

Accredito sul conto Spese prepagate

Accreditare il conto Spese prepagate per lo stesso importo addebitato al conto spese. Nell’esempio, si accredita “Spese prepagate” per 1.000 dollari.

Questa procedura di addebito e accredito assicura che i conti siano riportati con precisione nel conto economico e che il saldo dei risconti attivi diminuisca gradualmente man mano che viene utilizzato.

Fase 5

Revisione e aggiustamenti periodici

È importante tenere costantemente traccia dei risconti attivi e rettificare le registrazioni man mano che i benefici associati vengono consumati. Alla fine del periodo contabile, è necessario assicurarsi che le spese siano state completamente ammortizzate e che non vi siano saldi in sospeso nel conto dei risconti.

Esempi di risconti attivi

Ora che abbiamo visto cosa sono e come si registrano, vediamo alcuni esempi pratici:

Pagamento anticipato dell’affitto

1. Una piccola impresa affitta un ufficio per 1.200 dollari al mese, ma decide di pagare sei mesi di affitto in anticipo, per un totale di 7.200 dollari.

Inizialmente, il pagamento viene registrato come:

Debito: Affitto anticipato 7.200 dollari

Credito: Contanti 7.200 dollari

Ogni mese, 1.200 dollari vengono registrati come spesa:

Debito: Spese di affitto $1.200

Abbonamento: Affitto prepagato 1.200

Pagamento anticipato dell’assicurazione

Una società acquista una polizza assicurativa annuale

annuale per i propri veicoli, al costo di 3.600 dollari.

Inizialmente, il pagamento viene registrato come:

Debito: Assicurazione anticipata 3.600 dollari

Credito: Contanti 3.600 dollari

Nel corso dell’anno, rilevare 300 dollari al mese come spesa assicurativa:

Debito: Spese assicurative $300

Credito: assicurazione prepagata $300

Pubblicità prepagata

Un’agenzia di marketing paga in anticipo 10.000 dollari per una campagna pubblicitaria digitale.

Inizialmente, il pagamento viene registrato come:

Debito: Pubblicità prepagata 10.000 dollari

Credito: Contanti 10.000

Poiché gli annunci vengono eseguiti per tre mesi, si registrano 3.333,33 dollari al mese:

Debito: Spese pubblicitarie $3.333,33

Abbonamento: Pubblicità prepagata $3.333,33

Come si contabilizzano i risconti attivi?

La contabilizzazione dei risconti attivi prevede di solito la registrazione come attività del pagamento iniziale di una spesa futura e la successiva rilevazione graduale di tale spesa nel periodo in cui si riceve il beneficio o si utilizza il servizio. Per farvi capire meglio, ve lo spieghiamo in questo modo:

Quando viene effettuato il pagamento (registrazione iniziale)

Addebito: Risconti attivi (un conto attivo dello stato patrimoniale).

Credito: Cassa o Banca (diminuisce il conto cassa o banca)

Questa voce riflette il pagamento effettuato per il risconto passivo e lo riconosce come un’attività del bilancio perché l’azienda ha pagato per un beneficio futuro.

Quando la spesa è sostenuta (Ammortamento/Rilevazione)

Titolo: Conto spese (ad es. spese assicurative, ecc.)

Sottoscrizione: Risconti attivi

Queste registrazioni vengono effettuate periodicamente (ad esempio, mensilmente o annualmente) per riconoscere una parte del risconto attivo come spesa effettiva nel conto economico. L’accredito riduce il saldo del conto dei risconti attivi.

Lo scopo di questo processo è quello di far coincidere le spese con i periodi in cui vengono sostenute o in cui viene consumato il relativo servizio.

Suggerimenti per una gestione efficace dei risconti attivi

Un aiuto in più non guasta mai, così come alcuni suggerimenti. Di seguito vi indichiamo quelli più pratici e cruciali da tenere a mente nella gestione dei pagamenti anticipati:

  1. Identificare e classificare correttamente le spese che possono essere pagate richiede una conoscenza dettagliata delle spese dell’azienda e la capacità di determinare quali possono essere prepagate.
  2. Sviluppate politiche e procedure chiare per la gestione delle spese prepagate in azienda. Definite chi è responsabile dell’autorizzazione, della registrazione e della tracciabilità di queste spese.
  3. Tenete traccia delle date di scadenza. Questo vi aiuterà a pianificare e a garantire che i benefici vengano utilizzati completamente prima della loro scadenza.
  4. Tenete un registro accurato di tutte le spese prepagate. Utilizzate un sistema contabile affidabile per registrare queste transazioni in modo appropriato.
  5. Tenete regolarmente traccia di queste transazioni per assicurarvi che vengano utilizzate completamente e che non vi siano saldi non spesi.
  6. Considerate la possibilità di automatizzare la tracciabilità e la gestione dei risconti utilizzando un software contabile.
  7. Integrare la gestione dei risconti attivi nella pianificazione finanziaria a lungo termine.
  8. Formate il vostro team contabile e finanziario sull’importanza di una corretta gestione e sulle politiche aziendali in materia.

Considerazioni legali e fiscali

La gestione di questi tipi di spese non comporta solo aspetti contabili, ma anche importanti considerazioni legali e fiscali che le aziende devono tenere in considerazione per rispettare le normative e ottimizzare la propria situazione fiscale. Ciò implica

Conformità alle normative

Le aziende devono assicurarsi di essere conformi a tutte le normative legali e fiscali, il che di solito include specifici requisiti di rendicontazione o documentazione.

Trattamento fiscale

A seconda del Paese e della natura della spesa pagata in anticipo, il trattamento fiscale può variare. Ad esempio, alcune spese possono essere deducibili, mentre altre non lo sono. È fondamentale consultare un consulente fiscale o un commercialista esperto per capire come queste spese influiranno sulla dichiarazione dei redditi dell’azienda.

Ammortamento e deduzioni

Alcune spese prepagate possono essere ammortizzate gradualmente in termini fiscali, il che significa che la deduzione fiscale avviene nel corso del periodo di utilizzo.

Documentazione e supporto

Mantenere una documentazione accurata e completa di tutte le spese è fondamentale per supportare qualsiasi richiesta di deduzione fiscale e dimostrare la conformità normativa in caso di controlli fiscali.

Cambiamenti legislativi

Le leggi fiscali e i regolamenti legali possono cambiare nel tempo. Le aziende devono tenersi aggiornate su tutte le modifiche che possono influire sul loro trattamento.

Consulenza professionale

Data la complessità delle considerazioni legali e fiscali, è consigliabile rivolgersi a professionisti legali e fiscali specializzati nella gestione delle spese prepagate.

Oddcoll

La vostra azienda è alle prese con debiti insoluti che incidono sul flusso di cassa e sulla stabilità finanziaria? Oddcoll è qui per essere il vostro alleato nel recupero di queste risorse essenziali. Siamo esperti nel recupero crediti e la nostra missione è aiutarvi a recuperare ciò che vi spetta di diritto.

Quali sono i vantaggi offerti da Oddcoll?

Con i nostri servizi di recupero crediti internazionali, libererete risorse finanziarie che potranno essere reindirizzate per gestire e ottimizzare meglio le vostre spese prepagate. Ciò significa un uso più efficiente delle vostre risorse prepagate.

Il recupero dei crediti inesigibili inietterà ulteriori fondi nella vostra azienda, che contribuiranno direttamente alla gestione.

Una corretta gestione dei crediti insoluti vi aiuterà a prevenire l’accumulo di inadempienti e quindi a ridurre i rischi finanziari.

Disponiamo di esperti in aspetti legali, di eccellenti tecniche di negoziazione e di un approccio molto umano; il processo di assunzione dei nostri servizi è molto semplice, oltre che sicuro. Visitate il nostro sito web QUI per saperne di più.

Conclusione

In breve, i risconti attivi sono una componente essenziale della contabilità aziendale, che prevede il pagamento anticipato di beni e servizi da utilizzare in futuro. È importante gestire e registrare correttamente queste spese in contabilità, utilizzando una procedura con fasi specifiche per garantire una rappresentazione accurata delle finanze dell’azienda. Inoltre, bisogna sempre considerare le implicazioni legali e fiscali legate a queste spese, arrivando anche a chiedere la consulenza di professionisti del settore, se necessario.

In definitiva, una gestione efficiente dei risconti contribuirà sempre alla salute finanziaria di un’azienda e alla sua capacità di pianificare e utilizzare le risorse in modo veramente efficace.

4 minuti di lettura.

Quali sono le normative applicabili.
Il processo di recupero crediti internazionale.
Come ottenere un recupero crediti efficace.

Oddcoll è una piattaforma di recupero crediti in tutto il mondo, che consente alle aziende con orientamento internazionale di recuperare con facilità le fatture scadute.

Paesi coperti

Copriamo tutta l’Europa

Asia centrale

Recupero crediti Armenia
Recupero crediti Azerbaijan
Recupero crediti Georgia
Recupero crediti Kazakistan

Recupero crediti Kirghizistan
Recupero crediti Mongolia
Recupero crediti Tagikistan
Recupero crediti Uzbekistan

Oceania

Tutti i Paesi in Africa

Si applica a tutti i nostri partner

– Autorizzazione legale a recuperare i crediti nei loro paesi
– Specialisti della riscossione B2B
– Comunicano in inglese
– Esperti nella legislazione nazionale sul recupero crediti

RELATED ARTICLE  Cos'è una fattura e a cosa serve? 2024
WordPress Image Lightbox Plugin