Formula dell’efficacia della raccolta: Come si calcola?

La corretta gestione del recupero crediti è diventata una priorità assoluta per le aziende in un mondo in cui il flusso di cassa e la stabilità finanziaria sono essenziali per la crescita e la sopravvivenza.

Una formula efficace di recupero crediti è uno strumento potente che consente alle organizzazioni di affrontare in modo strategico ed efficiente le sfide legate alla riscossione dei crediti insoluti.

In questo articolo approfondiremo laformula dell’efficacia del recupero crediti e i suoi significativi vantaggi per le aziende e i creditori. Scopriremo come calcolarla, le sue componenti, i suoi vantaggi e molto altro ancora. Sebbene ilrecupero dei crediti inesigibili possa essere un territorio complicato e delicato, sapere come utilizzare questa formula può fare la differenza tra la stagnazione e il progresso finanziario.

Prima di iniziare, se volete sapere esattamente cos’è il recupero crediti , cliccate sul link.

Cos’è la formula dell’efficacia del recupero crediti?

Formula: Indice di efficacia della riscossione (CEI) = [(Vendite a credito iniziali – Vendite a credito finali) / (Vendite a credito iniziali – Vendite inesigibili finali del periodo corrente)] × 100 × 100 × 100

La “Formula dell’efficacia della riscossione” è un indicatore finanziario utilizzato per valutare le prestazioni e l’efficienza di un’azienda nella gestione della riscossione dei crediti insoluti. Questa formula fornisce una visione chiara e quantitativa della capacità dell’azienda di recuperare il denaro dovuto dai clienti in un determinato periodo.

La formula viene solitamente calcolata come segue:

Indice di efficacia della riscossione (CEI) = [(Vendite a credito iniziali – Vendite a credito finali) / (Vendite a credito iniziali – Vendite inesigibili finali del periodo corrente)]] × 100 × 100 × 100

Il risultato di questa formula è espresso in percentuale e indica il successo relativo dell’azienda nel recupero crediti. Più alta è la percentuale ottenuta, maggiore è l’efficacia nel recupero dei crediti insoluti.

Che cos’è l’indice di efficacia del recupero crediti?

L’International Debt Collection Effectiveness Ratio è un indicatore finanziario che valuta l’efficienza di un’azienda nel processo di raccolta e recupero dei crediti insoluti. Viene calcolato dividendo l’importo totale dei crediti effettivamente recuperati in un determinato periodo per l’importo totale fatturato ai clienti nello stesso periodo, e quindi espresso in percentuale.

(Importo recuperato / Importo totale fatturato) x 100

Il risultato ottenuto rappresenta la percentuale di denaro che l’azienda è riuscita a recuperare rispetto al totale dei debiti fatturati ai clienti. Un rapporto di efficacia di riscossione più alto indica una maggiore efficacia nella gestione della riscossione, il che significa che l’azienda ha avuto più successo nel recuperare il denaro dovuto.

Qual è una buona percentuale di efficienza di recupero crediti?

L’indice di efficienza del recupero crediti è fondamentale per valutare l’efficacia e l’efficienza di un creditore nella riscossione dei crediti insoluti. Determinare quale sia una buona percentuale di efficienza è fondamentale per misurare le prestazioni finanziarie e fissare obiettivi realistici.

Sebbene non esista un valore unico universalmente applicato come standard per tutte le aziende, in genere una buona percentuale di efficienza nel recupero crediti si aggira tra l’80% e il 90%. Ciò significa che l’azienda è riuscita a recuperare l’80%-90% del totale dei crediti insoluti in un determinato periodo di tempo.

Tuttavia, è importante tenere presente che il concetto di “buona percentuale” può variare in base al settore, alle dimensioni dell’azienda e ad altri fattori specifici. Ad esempio, alcuni settori che si occupano di debiti ad alto rischio possono avere percentuali di efficienza più basse, ma comunque considerate accettabili nel loro contesto.

Una percentuale di efficienza elevata migliorerà significativamente il flusso di cassa e la salute finanziaria dell’azienda. Monitorare regolarmente la percentuale di efficienza del recupero crediti e confrontarla con altri obiettivi e con le prestazioni passate aiuterà a identificare le opportunità di miglioramento e a implementare le strategie appropriate.

Vantaggi della misurazione?

L’implementazione della formula dell’efficacia di riscossione e del rapporto di efficacia di riscossione offre una serie di vantaggi significativi per le aziende e le organizzazioni che desiderano migliorare la gestione degli incassi e rafforzare la propria posizione finanziaria. Di seguito, evidenziamo i principali vantaggi derivanti dall’utilizzo di entrambe le metriche:

Valutazione accurata della performance finanziaria

Sia la formula dell’efficacia di riscossione che il rapporto di efficacia di riscossione forniscono misure quantitative e oggettive della performance di riscossione. Queste metriche consentono alle aziende di valutare con precisione l’efficienza del recupero crediti, facilitando l’identificazione delle aree di miglioramento e la definizione di obiettivi realistici.

Processo decisionale informato

Disponendo di dati concreti sull’efficacia del recupero crediti, le aziende possono prendere decisioni finanziarie informate e strategiche. Queste metriche aiutano a identificare i modelli di comportamento, ad adeguare le politiche di credito, a creare e stabilire strategie di recupero crediti più efficaci.

Miglioramento del flusso di cassa

L’utilizzo di entrambe le metriche contribuisce a migliorare il flusso di cassa dell’azienda. Una maggiore percentuale di efficienza nel recupero crediti si traduce in una più solida disponibilità di fondi per finanziare operazioni e progetti futuri.

Rafforzamento delle relazioni con i clienti

Avendo una visione chiara dell’efficacia del processo di recupero crediti, le aziende possono implementare approcci più personalizzati e completi alla gestione dei debiti. Questo può migliorare il rapporto con i clienti, che sentono di essere trattati in modo equo e rispettoso durante il processo di recupero crediti.

Riduzione dei rischi finanziari

Valutare regolarmente l’efficacia del recupero crediti aiuta a individuare tempestivamente i potenziali rischi di credito e le morosità. Ciò consente alle aziende di adottare misure preventive per ridurre al minimo le perdite e i rischi finanziari a lungo termine.

Definizione degli obiettivi e monitoraggio dei progressi

Entrambe le metriche forniscono una solida base per la definizione di obiettivi e traguardi specifici di recupero crediti. Monitorando costantemente le prestazioni attraverso queste metriche, le aziende possono seguire i loro progressi e apportare le modifiche necessarie per raggiungere i loro obiettivi finanziari.

Identificazione delle aree di miglioramento

Misurando le prestazioni di riscossione, è possibile identificare le aree che richiedono un miglioramento o un adeguamento delle strategie di recupero.

Maggiore efficienza operativa

Una gestione efficace degli incassi riduce il tempo e le risorse impiegate nei processi di recupero, migliorando l’efficienza operativa complessiva.

Miglioramento della posizione creditizia

Un buon record di recupero crediti può migliorare la posizione creditizia di un’azienda e facilitare le trattative e gli accordi finanziari futuri.

Aumento della redditività

Un recupero crediti più efficace si traduce in un aumento del reddito netto, che contribuisce alla redditività dell’azienda.

Componenti della formula dell’efficacia del recupero crediti?

La Formula dell’efficacia del recupero crediti è composta da tre elementi, la cui unione ci permette di calcolare l’efficacia complessiva della gestione del recupero crediti. Di seguito descriveremo ciascuno dei componenti:

Crediti iniziali

È il totale dei crediti vantati dai clienti nei confronti dell’azienda all’inizio del periodo in esame. È il saldo accumulato dei crediti insoluti.

Vendite a credito

Rappresenta l’importo totale delle vendite a credito effettuate dall’azienda ai propri clienti durante il periodo in esame. Si tratta cioè di vendite per le quali i clienti non hanno pagato al momento dell’acquisto, ma hanno potuto pagare in un secondo momento.

Crediti finali

È il totale dei crediti vantati dai clienti nei confronti dell’azienda alla fine del periodo in esame. Si tratta del saldo dei crediti insoluti dopo che sono stati effettuati incassi e pagamenti.

Vendite inesigibili finali del periodo corrente

La parte delle vendite a credito che si stima essere inesigibile alla fine del periodo stabilito.

La formula è la seguente:

CEI = [(Vendite a credito iniziali – Vendite a credito finali) / (Vendite a credito iniziali – Vendite inesigibili finali del periodo corrente)]] × 100 × 100 × 100

Come si calcola l’efficacia della riscossione?

Il CEI è una metrica molto potente che permette di valutare l’efficienza complessiva di un gruppo di aziende o filiali nel recupero crediti. È molto importante sapere come calcolarlo per poterlo sfruttare al meglio. Ecco un calcolo passo dopo passo:

Fase 1: raccogliere le informazioni necessarie

Ottenere i crediti iniziali per tutte le aziende o filiali coinvolte nell’analisi. Questo dato rappresenta il saldo totale dei debiti insoluti all’inizio del periodo che si desidera valutare.

Ottenere le vendite a credito di tutte le aziende o filiali nello stesso periodo. Questo importo rappresenta il totale delle vendite effettuate a credito.

Ottenere il saldo finale dei crediti per tutte le aziende o filiali alla fine del periodo da valutare. Si tratta del saldo totale dei debiti insoluti alla fine del periodo.

Assicuratevi di avere le Vendite inesigibili alla fine del periodo corrente per tutte le aziende o filiali. Rappresenta il totale delle vendite non recuperabili alla fine del periodo.

Fase 2: sommare gli importi di tutte le società o filiali

Sommare i valori dell'”Importo iniziale dei crediti”.

Aggiungere i valori dell'”Importo delle vendite a credito”.

Aggiungere i valori dell'”Importo finale dei crediti”.

Aggiungere i valori dell'”Importo delle vendite inesigibili alla fine del periodo”.

Fase 3: Calcolo della formula IRB

Sostituite i valori ottenuti nei punti corrispondenti per calcolare l’indice di efficacia collettiva (CEI):

CEI = [(Somma dei crediti iniziali Somma delle vendite a credito – Somma dei crediti finali) / (Somma dei crediti iniziali Somma delle vendite a credito – Somma delle vendite inesigibili alla fine del periodo)]] × 100 × 100 × 100

Fase 4: Esecuzione dei calcoli

Eseguire le operazioni matematiche di addizione e sottrazione secondo la formula per ottenere il numeratore e il denominatore della frazione.

Fase 5: Dividere e moltiplicare

Dividere il numeratore per il denominatore e moltiplicare il risultato per 100 per ottenere il CEI.

Fase 6: Interpretare il risultato

Il risultato ottenuto è l’indice di efficacia collettiva (CEI) espresso in percentuale. Questa percentuale rappresenta l’efficienza del gruppo di aziende o filiali nel recupero dei crediti insoluti durante il periodo analizzato.

Esempi

Esempio 1: Gruppo di filiali di un’azienda di commercio al dettaglio

Immaginiamo che un’azienda di vendita al dettaglio abbia diverse filiali in città diverse. Il direttore finanziario vuole valutare l’efficacia delle filiali nel recupero dei crediti nell’ultimo trimestre. Di seguito vengono presentati i dati relativi a tre filiali:

Filiale A

Importo iniziale dei crediti: $50,000

Importo delle vendite a credito: $100,000

Importo finale dei crediti: $10,000

Importo delle vendite inesigibili alla fine del periodo: $2.000

Filiale B

Importo iniziale dei crediti: $40,000

Importo delle vendite a credito: 80.000 dollari

Importo finale dei crediti: $12,000

Importo delle vendite inesigibili alla fine del periodo: $1.000

Filiale C

Importo iniziale dei crediti: $60,000

Importo delle vendite a credito: 120.000 dollari

Importo finale dei crediti: $8,000

Importo delle vendite inesigibili alla fine del periodo: $3.000

Fase 1: Calcolo della somma degli importi per filiale

  • Somma dei crediti iniziali: $50,000 $40,000 $60,000 = $150,000
  • Somma delle vendite a credito: $100,000 $80,000 $120,000 = $300,000
  • Somma dei crediti finali: $10,000 $12,000 $8,000 = $30,000
  • Somma dell’importo delle vendite inesigibili alla fine del periodo: $2.000 $1.000 $3.000 = $6.000

Fase 2: Calcolo del CEI

Utilizzando la formula CEI:

CEI = [(150.000 300.000 – 30.000) / (150.000 300.000 – 6.000)] × 100

CEI = (420.000 / 444.000) × 100

CEI = 94,59%.

Risultato:

L’indice di efficacia collettiva (CEI) per questo gruppo di filiali è pari al 94,59%. Ciò indica che il gruppo di filiali è stato molto efficiente nel recupero dei crediti insoluti nell’ultimo trimestre.

Esempio 2

Supponiamo di analizzare l’efficienza del recupero crediti dell’azienda XYZ per il mese di giugno. Abbiamo i seguenti dati:

Crediti iniziali (all’inizio di giugno): $100,000

Vendite a credito nel mese di giugno: 50.000 dollari

Crediti finali (alla fine di giugno): $80,000

Vendite inesigibili alla fine del periodo corrente: $5.000

Fase 1: Calcolo del numeratore della formula CEI

Numeratore = (Vendite a credito dei crediti iniziali – Crediti finali)Numeratore = (100.000 $ 50.000 $ – 80.000 $)

Numeratore = $70.000

Fase 2: Calcolo del denominatore della formula CEI

Denominatore = (Vendite a credito iniziali – Vendite inesigibili finali del periodo corrente)

Denominatore = ($100.000 $50.000 – $5.000)

Denominatore = 145.000 dollari

Fase 3: Calcolo del CEI

CEI = (Numeratore / Denominatore) × 100

CEI = ($70.000 / $145.000) × 100

CEI ≈ 48,28%.

In questo esempio, l’indice di efficacia della riscossione (CEI) dell’azienda XYZ per il mese di giugno è pari a circa il 48,28%. Ciò significa che nel mese di giugno l’azienda XYZ è stata in grado di incassare circa il 48,28% del debito totale, considerando le vendite a credito e le rettifiche per le vendite inesigibili. Un CEI più alto indicherebbe un processo di recupero crediti più efficiente, mentre un CEI più basso suggerirebbe la necessità di migliorare gli sforzi di recupero.

Migliori pratiche per migliorare l’efficacia della riscossione

Una gestione efficace degli incassi è fondamentale per mantenere la stabilità finanziaria di qualsiasi azienda o organizzazione. Il miglioramento dell’efficacia del recupero crediti richiede l’implementazione di pratiche strategiche e mirate. Ecco alcune delle migliori pratiche che possono aiutarvi a ottenere una gestione più efficace degli incassi:

Politiche di credito chiare e ben definite

Stabilire politiche di credito solide e chiare fin dall’inizio è essenziale per evitare futuri problemi di recupero crediti. La definizione di limiti di credito appropriati per ciascun cliente e la valutazione della sua capacità di pagamento contribuiranno a ridurre il rischio di crediti inesigibili.

Comunicazione proattiva

È fondamentale mantenere una comunicazione proattiva con i clienti. L’invio di promemoria amichevoli e di notifiche di scadenza prima dei termini di pagamento può incoraggiare il rispetto dei tempi.

Offrire incentivi per il pagamento anticipato

Motivare i clienti a pagare prima della scadenza attraverso incentivi, come sconti sui pagamenti anticipati, può incoraggiare il rispetto dei termini e migliorare il recupero dei crediti.

Follow-up costante

Il monitoraggio continuo dei conti in sospeso e la registrazione dettagliata delle interazioni con i clienti vi consentiranno di individuare rapidamente i potenziali problemi e di affrontarli in modo proattivo.

Accordi di pagamento flessibili

Offrire opzioni di pagamento flessibili e adattate alle esigenze dei singoli clienti può aiutare a evitare le inadempienze e a facilitare il recupero dei crediti.

Automazione dei processi

L’implementazione di sistemi di gestione delle riscossioni e l’automazione delle attività ripetitive ottimizzano l’efficienza del processo di riscossione, consentendo una maggiore attenzione ai casi più complessi e ad alto rischio.

Formazione del personale

Fornire una formazione adeguata ai membri del team di recupero crediti è fondamentale per migliorare le loro capacità di negoziazione e di gestione delle situazioni difficili, consentendo loro di essere più efficaci nel processo di recupero dei crediti.

Segmentazione dei debiti

La segmentazione dei crediti in base all’età e al rischio consente di stabilire le priorità di gestione e di concentrare le risorse sui conti che richiedono un’attenzione più urgente.

Collaborazione con il reparto vendite

Una comunicazione e una collaborazione fluide tra il reparto vendite e il reparto di recupero crediti possono aiutare a evitare la creazione di nuovi debiti problematici e a identificare tempestivamente i potenziali problemi di recupero.

Outsourcing delle riscossioni

Nei casi in cui l’azienda abbia difficoltà a recuperare i crediti internamente, considerare l’esternalizzazione degli incassi ad agenzie specializzate può essere un’opzione efficace per ottenere risultati più rapidi ed efficienti.

Conclusione

Nel processo di mantenimento della salute finanziaria di un’azienda, un’efficace gestione degli incassi svolge un ruolo fondamentale. In questo articolo abbiamo esplorato due strumenti fondamentali per valutare e migliorare l’efficacia degli incassi: il Collection Effectiveness Index (CEI) e il Collection Effectiveness Ratio.

Queste metriche finanziarie sono essenziali per misurare il grado di recupero dei crediti insoluti di un’azienda e per valutare le sue prestazioni in questo ambito. Entrambe le formule si basano sull’analisi di componenti chiave, come l’importo recuperato, il saldo iniziale dei crediti e le vendite inesigibili alla fine del periodo, fornendo una visione completa del processo di recupero crediti.

In sintesi, il CEI e il Collection Effectiveness Ratio sono strumenti potenti che forniscono una visione chiara della performance finanziaria di un’azienda in termini di incassi. Calcolando e applicando queste metriche insieme alle best practice sopra citate, le aziende possono rafforzare la propria posizione finanziaria, ottimizzare il flusso di cassa e mantenere solide relazioni con i clienti. Una migliore gestione degli incassi non solo è vantaggiosa per l’azienda stessa, ma è anche un indicatore di una sana gestione finanziaria e di un’attività commerciale di successo.

Seguite i consigli cheOddcoll vi dà in questo articolo.

4 minuti di lettura.

Quali sono le normative applicabili.
Il processo di recupero crediti internazionale.
Come ottenere un recupero crediti efficace.

Oddcoll è una piattaforma di recupero crediti in tutto il mondo, che consente alle aziende con orientamento internazionale di recuperare con facilità le fatture scadute.

Paesi coperti

Copriamo tutta l’Europa

Asia centrale

Recupero crediti Armenia
Recupero crediti Azerbaijan
Recupero crediti Georgia
Recupero crediti Kazakistan

Recupero crediti Kirghizistan
Recupero crediti Mongolia
Recupero crediti Tagikistan
Recupero crediti Uzbekistan

Oceania

Tutti i Paesi in Africa

Si applica a tutti i nostri partner

– Autorizzazione legale a recuperare i crediti nei loro paesi
– Specialisti della riscossione B2B
– Comunicano in inglese
– Esperti nella legislazione nazionale sul recupero crediti

RELATED ARTICLE  15 Migliori Programmi di Fatturazione Gratuiti 2024
WordPress Image Lightbox Plugin